Archivio mensile:dicembre 2013

2013 finito

prima di tutto auguro un ottimo 2014 a tutti coloro che leggeranno questo Blog.
Come,,eb tutti i fine anno si tende sempre a fare un mini bilancio, guardando all’anno che sta per finire con un po’ di malinconia generata dalla certezza di cio’ che e’ accaduto, e sbirciando dal buco della serratura del nuovo anno con il timore di cio’ che potrebbe accadere, o meglio non accadere.

Il 2013 per me si chiude positivamente, prima di tutto sono tornato a fare il mio “vecchio” mestiere dopo 3 anni di relax professionale, le reti la sicurezza informatica, la consulenza it ha preso naturalmente il sopravvento.
La mia piccolina cresce bene, e questo e’ l’aspetto piu’ importante.
Per la vela aspettiamo ancora qualche mese, il restauro del mio limit al lago e’ quasi finito, e si prospetta una stagione interessante.

Il Blog ha avuto i suoi classici 10.000 accessi circa annui, e gli eventi sono stati pochi ma buoni, uno su tutti la risposta alla mia recensione di un libercolo letto mio malgrado, a gran sorpresa l’autore ha risposto sul blog , cosa ha scritto lo lascio leggere a voi…. e che onore, nessuno scrittore e pseudo tale ha mai scritto sul mio blog 🙂
Recensione su “arcipelago di berga berga”

Annunci

Restauro Magnadyne S 25 a valvole

20131230-204253.jpg

Ecco spuntare dal mio laboratorio in cantina una bella magnadyne s25 radio a valvole bella e completamente funzionante grazie alla mia passione per le radio. Solo una valvola guasta , ma trovata e sostituita e qualche filo da disossidare e la radio e’ pronta.

eccola a voi!

Cucina: Pasta alle Carote

20131227-040447.jpg

questa ricetta mi e’ stata suggerita da Carlo, un collega che si diletta con i fornelli un po’ come me.
Io mi sono permesso di rivisitarla , facendolo diventare una “carbonara per caso”.

Ricetta:
Fai un soffritto con olio extravergine e poca cipolla e uno spicchio di scalogno e delle carote tagliate sottili (molte …).
Mentre la cipolla si indora, sfuma con poco vino bianco senza tappare la padella.
nel frattempo fai cuocere la pasta, magari meglio dei paccheri (io per la gioia di mia figlia ho messo gli spaghetti), e di tanto in tanto aggiungi al soffritto alcuni cucchiai di acqua di cottura della pasta e copri lasciando cuocere a fuoco lento.
Prepara un uovo sbattuto con un pizzico di sale e pepe.
Ultimata la cottura della pasta falla saltare in padella con il soffritto, fai cuocere per 2 minuti e inserisci l’uovo a fuoco spento.
…ed in fine mangia 🙂

Ping…

Ore 3.30 am , un pesante attacco di insonnia mi porta ad accendere il mio Ipad per dare un occhiata al mondo del web.
Ogni tanto capito anche sul mio blog lasciato ormai alla deriva, ma che miete sempre molti successi di lettura. Certo non grazie agli ultimi anni, ma grazie al passato e per qualche Post ritenuto interessante da chi ha letto, il mio blog ,dal nome storpiato alla bergamasca , ha vissuto. di vita propria grazie a chi ha letto di tanto in tanto.

Dal 2008 questo piccolo blog ha vissuto diverse situazioni interessanti e divertenti, metto in fila alcuni ricordi a partire dal sito di fuochidipalglia con le mille peripezie ed interviste a destra e sinistra per catturare gli umori di eventi vicini e lontani, ma soprattutto per dare una mano a Giorgio in un suo momento difficile.
Ricordo le belle letture del blog di guyciman curato da Guido dove potevi degustare ottime recensioni di svariati posti dove mangiar bene, e di ottimi post di vita comune , e’ un vero peccato sapere che il sito sia chiuso.

E poi il grande Andrea di NAVIGAMUS Velista nel sangue un po’ come me, chissa’ quante volte sono passato nelle sue zone sfrecciando per lavoro …..e chissa’ quante volte avrei voluto incontrarlo per scambiar quattro chiacchiere in serenita’.

E poi anche esperienze poco simpatiche , ma che comunque mi hanno arricchito interiormente…ricordo ancora tal Angiolo Galbiati (si scrive proprio cosi) un tizio che ha cominciato ad insultare pesantemente me e la schiera dei velisti, solo per aver scritto un Post un po’ critico su una notizia appresa da un giornale. Senza dubbio il post piu’ delirante ma in assoluto il piu’ clikkato e letto della storia di questo blog. E chissa’ dove e’ finito pure il sig. Angiolo.

E come era bello condividere con molti amici di vela le varie peripezie, regate ed escursioni fatte nel mare nostrum.

Mi mancano quei momenti, ma ora fare il papa’ e portare a casa la pagnotta a fine mese …costituiscono di gran lunga elementi prioritari rispetto a tutto il resto.

…pero’ qualche cosa scrivero’ ancora 🙂

ciao e buona notte